Quest’anno San Valentino te lo organizziamo noi!

Non perderti il primo roadshow del 2018 organizzato da Spotlight in collaborazione con YamahaTexim Italia: potrai scoprire tutte le novità dei migliori marchi per l’allestimento completo di palco. Lorenzo Pagella e Massimo Cammi di Spotlight saranno presenti nelle due date del 14 e 15 febbraio insieme all’agente di zona Luca Frusciante.

Per info: vendite@spotlight.it

Ti aspettiamo!

“Memoria”, le guerre viste da James Nachtwey

Foto dalla guerra per farci sentire più forte il valore della pace. È la motivazione che ha spinto l’americano James Nachtwey a diventare un fotografo di guerra. Ecco come lui stesso si definisce: “Ho voluto diventare un fotografo per essere un fotografo di guerra. Ma ero guidato dalla convinzione che una fotografia che riveli il volto vero della guerra sia quasi per definizione una fotografia contro la guerra.”

Chi è James Nachtwey

James Nachtwey ha dedicato tutta la sua carriera, cominciata nel 1981, alla documentazione di guerre e importanti questioni sociali. Ha realizzato reportage di guerra in tutto il mondo, spinto dalla profonda convinzione che la sensibilizzazione del grande pubblico sia un elemento essenziale nel processo di cambiamento.

La mostra a Milano: l’importanza dell’illuminazione

‘Memoria’ è il titolo della mostra fotografica di questo fotoreporter che si può visitare al Palazzo Reale di Milano fino al 4 marzo 2018. La rassegna di immagini propone una imponente riflessione individuale e collettiva sul tema della guerra: duecento scatti, raccolte in un percorso che attraversa diciassette sezioni, raccontano la storia del nostro mondo secondo quelle che Nachtwey definisce le conseguenze di ciò che l’uomo produce sulla terra, come nei casi delle vittime delle guerre o delle ingiustizie sociali.

Il ruolo della luce e di Spotlight

In un contesto come questo, il ruolo della luce è fondamentale. L’espressione dell’umanità catturata negli scatti è centrale nel messaggio che si vuole lasciare ai visitatori. Tutte le fotografie sono state illuminate sapientemente da Roberto Koch (editore, curatore, fotografo e organizzatore di eventi culturali intorno alla fotografia) e dallo stesso James Nachtwey con i fari di Spotlight Srl forniti dal Service Volume di G Group International. Gli oltre 120 proiettori MI PR MC e MI FN NO sono stati puntati, sagomati leggermente abbondanti rispetto all’opera d’arte e appena sfuocati per creare un effetto “retroilluminazione” decisamente riuscito.

Un evento che farà il giro del mondo

Milano è la prima tappa di un tour internazionale nei più importanti musei di tutto il mondo. Una mostra dal grande impatto emotivo realizzata con le opere di un fuoriclasse della macchina fotografica. Lo dimostrano i numerosi premi internazionali ricevuti, tra cui il World Press Photo Award, il W. Eugene Smith Memorial Grant in Humanistic Photography, l’International Center of Photography Infinity Award e il Robert Capa Gold Medal. Proprio del fotografo ungherese James Nachtwey viene da molti ritenuto l’erede come testimone di numerosi conflitti bellici.

Alcune delle fotografie di Nachtwey sono entrate a far parte, tra gli altri, delle collezioni permanenti del Museum of Modern Art, del Whitney Museum of American Art, del San Francisco Museum of Modern Art, del Boston Museum of Fine Arts, della Bibliothèque nationale de France, del Centre Pompidou e del Getty Museum.

Nuovo display per tutta la Greenline

Come preannunciato durante la fiera di Las Vegas LDI 2017 abbiamo rinnovato e uniformato l’architettura dei proiettori GreenLine (da 50W a 450W) integrando un nuovo display pensato per un utilizzo più intuitivo ed arricchito con nuove ed interessanti features richieste dal mercato.

Il nuovo display presenta tre diverse opzioni:

  • DMX Setting
  • Options
  • Info

All’interno del DMX Setting è possibile impostare l’indirizzo della fixture, oppure selezionare tre diversi DMX Mode (1,2 o 3 canali).

Tra le Options troviamo invece la possibilità di impostare il parametro LED Delay (il ritardo tra la ricezione del segnale e l’esecuzione del comando), selezionare la Curva Dimmer (Linear o Square), la Frequenza di uscita, il LED Boost che permette di ottenere un flusso luminoso superiore del 20%, la velocità della ventola (Automatic, Silent, Standard) e infine la possibilità di capovolgere il display per una migliore lettura quando il proiettore è montato sotto sopra.

Infine il menù Info permette di vedere in tempo reale la temperatura e il tempo di utilizzo del LED e della scheda elettronica.

Altra novità è la gestione dell’intensità della luce direttamente dal potenziometro presente accanto al display.

Guarda il video di presentazione!

La famiglia di consolle Clarity scelte da Giancarlo Toscani per Radio Italia

Il famoso Lighting Designer Giancarlo Toscani per i due concerti di Radio Italia dello scorso luglio ha scelto i banchi luce di LSC.

Il nostro Lorenzo Pagella le ha testate per voi, ecco il link al video.

Si tratta di una linea di consolle completa che comprende:
– software on-PC con possibilità di collegare le WING di espansione (modelli VX10 e VX20)
– banchi compatti per le tounèe (modello LX300)
– banchi di dimensioni più importanti per le regie stabili e gli studi cine-televisivi (modelli LX600 e LX900)

Tutti i sistemi hanno in comune l’ambiente di programmazione, un software luci chiamato Open-Clear che è disponibile in download dal sito del produttore e, nella versione demo gratuita, permette il controllo illimitato delle apparecchiature con un random-blackout di 10 secondi.

Tutte le consolle sono disponibili per test e dimostrazioni presso il nostro showroom di San Giuliano Milanese.

Per maggiori info: vendite@spotlight.it

Anche Marjan TV Studios hanno scelto i Fresnel di Spotlight

Marjan Television Network è una delle principali emittenti televisive con sede a Wimbledon, Londra. Nello scorso mese di ottobre ha completato una importante ristrutturazione per dotare i suoi quattro studi di un nuovo impianto di illuminazione a LED, con 22 soft light fixtures ed oltre 100 Fresnel di Spotlight ed alcune lampade lineari

Marjan trasmette un’ampia varietà di programmi di intrattenimento, trasmessi a 25 milioni di spettatori in tutto il mondo. Queste includono versioni in lingua persiana di noti programmi britannici come X-Factor, Come Dine With Me e Spitting Image, oltre a trasmettere diverse ore al giorno di programmazione “live”.

Progettato in modo che tutti e quattro gli studi possano essere controllati singolarmente, la scelta è stata quella di diversificare i quattro ambienti sia dal punto di vista tecnico che estetico. L’impianto doveva essere flessibile per accogliere l’ampia gamma di produzioni, mantenendo un “sapore” contemporaneo: un’installazione efficiente dal punto di vista energetico, una soluzione di illuminazione multifunzione ed in grado di offrire un’ottima buona resa cromatica per le riprese.
Il nostro distributore per il mercato inglese AC-ET, ha supervisionato la fornitura, lavorando a stretto contatto con Marjan per garantire che le apparecchiature soddisfassero tutte le loro esigenze tecniche.

Jean Luc Neale di Marjan ha commentato: “Abbiamo esigenze di produzione molto elevate e in questi quattro studi registriamo una vasta gamma di programmi trasmessi in tutto il mondo. Poiché i contenuti spaziano dalle notizie e dalle interviste agli spettacoli di intrattenimento, è davvero importante che le nuove apparecchiature di illuminazione siano flessibili, facili da configurare e controllare, ma anche affidabili, con una manutenzione ridotta e con bassi costi operativi”.

Un grande grazie al nostro amico e distributore AC-ET per questo grande progetto.

LightConverse: il software visualizzatore 3D per il lighting

LightConverse è definita una 3D-show-platform ovvero una piattaforma di renderizzazione 3D per lo spettacolo; infatti è pensata appositamente per lo stage design (progettazione di palcoscenici, strutture outdoor, showroom,..) e per il lighting design (progettazione di scenari luminosi all’interno di questi ambienti virtuali e la pre-programmazione della propria consolle.

Sul sito di LightConverse è possibile scaricare gratuitamente una serie di ambienti demo per testare il programma (link).

Per costruire ambienti virtuali a piacere è necessario procurarsi una licenza del programma. Le licenze si dividono in 5 tipi che si differenziano per prezzo e funzioni che vanno a sbloccare:

  • Design
  • Net-in
  • Media
  • Trace
  • Unlimited

Ecco un breve video che abbiamo realizzato per voi.

Se volete visitare questi mondi virtuali e provare il programma, passate a trovarci presso la nostra showroom di San Giuliano Milanese, troverete LightConverse connesso a una serie di consolle luci con cui potrete sperimentare la pre-programmazione.

Per maggiori info: vendite@spotlight.it

LDI 2017: Las Vegas, 17-19 Novembre 2017

In occasione della fiera internazionale LDI di Las Vegas, presenteremo le novità pensate per il mercato Architetturale.

Nuove caratteristiche e funzioni:

  • ampio display LCD
  • 3 personalità di funzionamento (da 1 a 3 CH)
  • Regolazione tempo di buffer
  • Selezione curva dimming
  • Regolazione frequenza PWM da 500Hz a 20kHz
  • Selezione della modalità delle ventole
  • Funzione boost
  • Rotazione del display

Passate a trovarci allo stand #1785 e lasciatevi stupire dalla più ampia gamma di proiettori professionali a LED da 3W a 450W: Fresnel, PC, Profile, Followspot and Cycs per lo Spettacolo e l’Architetturale.

Anche la Leys School di Cambridge ha scelto i proiettori Spotlight

The Leys, il noto istituto scolastico con base a Cambridge, ha di recente rinnovato il parco luci dei propri teatri con fixture della serie Green Line di Spotlight.

Fondata nel 1875 e situata in uno dei maggiori centri culturali ed accademici al mondo, The Leys offre agli studenti eccellenti opportunità formative. Ogni anno gli allievi sono coinvolti nella realizzazione di spettacoli teatrali, concerti live che vanno dai musical in stile classico della West End fino alle rappresentazioni più moderne. Il drama department è situato in un teatro polifunzionale da 337 posti, ideale per le lezioni di teatro con corsi che coprono tutti gli aspetti di una produzione, dall’organizzazione del palco fino a tutto ciò che concerne il backstage.

Nell’ambito di un recente aggiornamento del parco luci del teatro, la scelta è stata quella di orientarsi verso prodotti ecologici ed efficienti in termini di consumo energetico. Il direttore del teatro Paul Durose ha quindi contattato AC Entertainment Technologies Ltd. (AC-ET) – distributore esclusivo dei prodotti Spotlight in Inghilterra – per sostituire i vecchi apparecchi con un sistema a LED moderno.

Paul ha collaborato in passato con AC-ET per introdurre i sistemi cambia colori a LED al posto dei classici PAR e profile, mentre in questo upgrade si è voluto intervenire solamente sulle luci bianche. L’azienda ha quindi organizzato una serie di test sul campo di vari prodotti, al termine del quale Paul ha scelto i FresneLED 200W e i FresneLED Compact 100W.

Paul ha dichiarato: “Negli anni scorsi abbiamo investito in soluzioni completamente a LED per entrambi i nostri teatri. Cercavamo Fresnel warm-white di ottima qualità ad un prezzo accessibile, e durante i test Spotlight ha prodotto il migliore risultato, con una copertura uniforme senza scendere a compromessi per quanto riguarda la qualità della luce. Lo stesso è accaduto per le fixture RGB LED, in grado di integrarsi perfettamente con i proiettori bianchi convenzionali da 1.2 kW presenti nel teatro. I Fresnel Spotlight hanno inoltre contribuito ad abbassare notevolmente i consumi energetici di oltre l’80%”

I FresneLED 200 sono in grado di esprimere una potenza di uscita paragonabile ad una fixture convenzionale da 1,000W, con una vita media della sorgente di circa 30,000 ore e un sistema di raffreddamento silenzioso. Stessa cosa vale per la versione FresneLED da 100W, molto più compatta, dotata di zoom 12° – 75° e ideale per installazioni dove sono necessarie fixture non invasive.

Spotlight al Teatro Greco di Taormina con due importanti eventi

Si è svolto lo scorso 16 Settembre al Teatro Greco di Taormina, il Galà Lirico “Maria Callas Memorial“, una serata organizzata per celebrare i 40 anni dalla scomparsa del soprano, con l’esecuzione delle arie, delle romanze e delle ouvertures legate al Melodramma, ma soprattutto del repertorio della nota cantante. All’evento hanno partecipato molte star della musica internazionale accompagnate per l’occasione da un pianista e tre soprano.

Per mettere in evidenza la suggestiva architettura, il Service G.E.C.A. ha utilizzato due diffusori asimmetrici a LED Spotlight CYC LED RGBW 300W.

Sapuppo di G.E.C.A. ci spiega il setup utilizzato per l’evento: “Il gala lirico è stato realizzato dal festival Belliniano sotto la guida del direttore artistico Enrico Castiglione. Per questo particolare setup abbiamo utilizzato i proiettori Cyclorama a LED di Spotlight per evidenziare l’architettura del teatro, mentre ai lati abbiamo posizionato 8 par di colore ambra e azzurro e quarze bianche da 200W per illuminare le nicchiette. Per quanto riguarda il frontale erano presenti una serie di proiettori Spotlight 2000 oltre ad alcuni Par e Sagomatori per gli special”.

Pochi giorni dopo, un setup simile è stato utilizzato per un importante congresso di istologia e anatomia. La cerimonia, con la scenografia curata da Taormina Arte, si è svolta presso il teatro antico dove si è esibita l’Orchestra a Plettro Città di Taormina. Anche per questo evento, come già sperimentato in altre occasioni, il team G.E.C.A. è riuscito ad illuminare in modo ottimale la struttura utilizzando solamente sei proiettori tra cui i due Cyc LED 300 impiegati anche per l’evento precedente.

CYC LED 300 RGBW DMX è un diffusore appartenente alla linea GreenLine dotato di sorgente RGBW con un particolare sistema di controllo e gestione della temperatura del LED per il mantenimento nei range ottimali di funzionamento. Presente inoltre la possibilità di regolazione della temperatura di colore (CCT) che rimane costante durante la dimmerazione. L’innovativo sistema ottico appositamente ideato, permette di illuminare in modo completamente uniforme una superficie ampia circa 6 metri ed alta 7 metri, venendo posizionato ad una distanza dal fondale di solo 1,5 metri.

(Walter Lutzu, ZioGiorgio)

L’Aida al Teatro Greco di Taormina

A partire dagli anni cinquanta il Teatro Greco di Taormina è stato impiegato come struttura all’aperto per varie forme di spettacolo che spaziano dal teatro ai concerti, dalle cerimonie di premiazione del David di Donatello ai concerti sinfonici, dall’opera lirica al balletto.
Dal 1983 è sede di Taormina Arte, manifestazione di spettacoli che si svolge tutti gli anni nel periodo estivo, del Teatro Musica e del Taormina Film Fest.
Il festival Taormina Opera Stars quest’anno ha proposto nella suggestiva cornice del Teatro Antico un titolo popolarissimo del melodramma italiano: l’ Aida di Giuseppe Verdi.
La produzione, interamente privata, è opera dell’Associazione Aldebaran presieduta da Antonio LombardoMaurizio Gullotta e Franco Barbera con Davide Dellisanti nel ruolo di Direttore Artistico.

Il Service G.E.C.A. di Cluadio MazzaGiuseppe Sapuppo, Giuseppe Sterrantino e Vincenzo Bambara è il partner tecnico del Teatro Antico di Taormina nella gestione degli spettacoli teatrali e dei vari festival. Da oltre 20 anni per illuminare le scene e valorizzare al meglio la suggestiva architettura del teatro utilizza proiettori Spotlight.
Per l’Aida sono stati installati:
• 20 proiettori alogeni da 2500W (VAR 25)
• 24 diffusori alogeni da 1000W (DOM 1000)
• 110 PAR
• gelatine Spotfilter
mentre per il controllo del segnale sono stati scelti i dimmer e i convertitori di Compulite.